Incantevoli Shih-tzu e Maltesi

Incantevoli Shih-tzu e Maltesi

Il nostro Forum nasce dalla grande passione che ci unisce per i cani di razza Shih-tzu e Maltese
 
IndicePortaleCalendarioFAQCercaRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 RICONOSCERE L'EMOTIVITÀ DALLE POSTURE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Gisella

avatar

Messaggi : 673
Data d'iscrizione : 11.03.12
Età : 60
Località : Cassino

MessaggioTitolo: RICONOSCERE L'EMOTIVITÀ DALLE POSTURE   Mer Apr 04, 2012 1:06 pm

L'errata lettura di alcuni segnali ritenuti allarmanti provoca nei cani risposte istintive inadeguate che ripetute nel tempo potrebbero trasformarsi in nevrosi

Sappiamo che nei cani gli istinti sono meccanismi innati che attivano un comportamento immediato in grado di anticipare ogni tipo di ragionamento.
Le razze da caccia alla selvaggina per assolvere la loro funzione hanno sviluppato un forte istinto predatorio nei confronti di prede commestibili.
Rispetto agli umani, invece, manifestano generalmente un carattere mite, una bassa reattività agli altri stimoli ambientali e raramente mostrano aggressività.
Ci sono razze che invece hanno sviluppato un forte istinto alla difesa, o, per meglio dire, all'auto difesa. Di conseguenza, si mettono prima in allerta e poi in allarme in presenza di intrusi di ogni specie che minacciano la loro incolumità sia dentro che fuori il loro territorio.
Tra di loro, anche razze anticamente selezionate per la caccia grossa o razze da pastore difensori del bestiame.
Le razze canine nel corso dei secoli si sono sviluppate attraverso almeno tre livelli di selezione che, a loro volta, hanno prodotto tre memorie genetiche:
1) La memoria remota di ceppo, relativa alla funzione da svolgere (è noto che i cani furono selezionati solo per svolgere al meglio un certo tipo di lavoro come la caccia, la difesa, la pastorizia, il traino).
2) La memoria di selezione recente, prodotta dagli allevatori, attraverso la scelta di precise linee di sangue.
3) La memoria soggettiva che è il frutto della somma delle due memorie precedenti e dell'esperienza ambientale che il cane vive.

IL RIPIEGAMENTO ISTINTIVO (mettere in atto una soluzione alternativa)
La moderna selezione delle razze canine ha da empre favorito l'aspetto morfologico per aderire agli standard di razza, trascurando però alcuni aspetti psicologici che inevitabilmente venivano ereditati dalle linee genetiche.
Il risultato è stato l'esasperazione di certi caratteri ereditari che regolano il comportamento. Gli istinti primordiali trovano scarso impiego nei cani moderni.
Alcuni sono soddisfatti con attività sportive, la maggior parte però restano inerti, latenti, ripiegati e frustrati dalla mancanza di attività, ma pronti ad attivarsi in presenza di stimoli ambientali ritenuti allarmanti che spesso però ingannano i cani, disorientandoli, come per es. movimenti e suoni improvvisi, abiti inconsueti, odori allarmanti come il sangue.
Potremmo definire questo comportamento "ripiegamento istintivo'; cioè mettere in atto un comportamento sostitutivo, incoerente con la situazione reale, per contrastate uno stimolo intuito dal cane come minaccia.
Questo, a mio parere, nulla ha a che fare con l'istinto predatorio, ma dimostra tuttalpiù l'esatto contrario: che il cane si sente lui stesso una preda.
Questo comportamento, può sfociare nel tempo in una vera e propria patologia. Una nevrosi che condiziona la mente del cane confondendolo (reazione ad una minaccia presunta, non reale) e proiettandolo direttamente nella fase di allarme, ignorando completamente la fase di allerta che gli consentirebbe di studiare meglio la situazione.
Si innesca così un meccanismo innato in grado di anticipare qualsiasi tipo di ragionamento.
In altre parole, la mente del cane "ripiega istintivamente" nel tentativo di soddisfare la pulsione degli istinti, sbagliando l'azione e l'o biettivo.
Il comportamento nevrotico messo in atto da molti cdimostra che il "ripiegamento istintivo" possiede una memoria che condiziona gli istinti atti alla sopravvivenza. Un altro aspetto da non sottovalutare è il "ripiegamento istintivo silenzioso" che spesso non è avvertito dai proprietari poiché il cane "ripiega istintivamente" con atteggiamenti minimali che possono modificarsi col tempo ed esplodere in atteggiamento di aggressività ingiustificata, autolesionismo o paure ingiustificate allorché lo stimolo ambientale anche se conosciuto diventi insopportabile per il cane.
A sostegno di questo ci sono innumerevoli episodi di aggressioni mortali di cani verso gli umani, apparentemente immotivate, fenomeno questo, risaputo.
Se supponiamo che le "risposte" dei cani siano condizionate dalle TRE MEMORIE e se a ciò sommiamo una caratteristica morfologica importante, come la possanza fisica che comporta la capacità di alcune razze di afferrare, trattenere e scuotere la vittima, otteniamo una variabile che può fare la differenza tra la vita e la morte dell'aggredito.
Anche l'analisi di alcuni comportamenti molto diffusi oggigiorno nei cani di tutte le razze, come la timidezza e l'ansia da separazione, portano alla stessa conclusione.
A mio parere, sono la risposta di una mente confusa alla paura di essere "danneggiati" o di essere abbandonati.
In entrambi i casi, si tratta di risposte innate a presunte minacce (intuite dal cane come tali) alla propria incolumità e sopravvivenza.
Il cane che non riesce a comprendere correttamente i segnali semplici che provengono dall'ambiente, come per esempio essere avvicinati o toccati da persone estranee "ripiega" istintivamente attuando comportamenti inadeguati alla situazione, come: tremare, scappare, ringhiare, perdere le urine o lesionarsi con leccamenti esagerati se lasciato solo.
Lo studio del fenomeno di "ripiegamento istintivo" e delle conseguenti nevrosi che destabilizzano il comportamento dei cani, si rende necessario ai fini di una migliore attenzione nella selezione del cane di razza. Poiché la funzione, ottenuta attraverso una lunga selezione, consente al cane moderno di essere d'aiuto all'uomo fornendo servizi insostituibili come : gli arson dog, drug's dog, service dogs, therapy dog, guide dog, def dog ecc., si può affermare che la conoscenza delle dinamiche relative al "ripiegamento istintivo" consentirebbe una migliore valutazione dei cani e del loro impiego sia nella società che in famiglia, come pet.
In conclusione, se l'istinto predatorio soddisfa la caccia alle piccole prede commestibili, l'istinto all'autodifesa soddisfa il tentativo di contrastare quegli stimoli ambientali che, nella mente del cane, costituiscono una minaccia per la sua incolumità e sopravvivenza.
Un comportamento molto diffuso come la timidezza, presente in molte razze, è sintomo di disagio e disorientamento e andrebbe valutato come potenziale portatore di nevrosi.
Lo studio del "ripiegamento istintivo "e delle conseguenti nevrosi, permetterebbe di valutare preventivamente le potenziali reazioni dei cani nella fase di allerta e di allarme, specialmente in quelle razze potenzialmente in grado di lesionare gravemente gli umani.
E consentirebbe di allontanare dalla selezione i riproduttori portatori di questi fattori genetici.
Se l'educazione e l'addestramento sono indispensabili per una serena convivenza con gli umani, sembra purtroppo dimostrato che non sono sempre in grado di controllare gli istinti di razza conservati dalla selezione e le nevrosi causate dal ripiegamento istintivo, entrambi capaci di condizionare il comportamento.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Articolo di Renata Fossati
Tratto da Periodico ENCI n° 5/2011 "I nostri Cani"
Disegni tratti da ASPCA USA


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link][Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Più conosco gli uomini, più amo i cani. (Nicholas De Chamfort <1741-1794>)

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
Tornare in alto Andare in basso
http://http//ileegifiocchi.com/
 
RICONOSCERE L'EMOTIVITÀ DALLE POSTURE
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» il cane si affezziona ad un solo padrone? e quando inizia a riconoscere come padrone?
» Pepe è caduto dalle braccia di un mio amico sta mattina :(
» mangia solo dalle mie mani
» come disinfestare il giardino dalle pulci?? aiutooooo!
» Come riconoscere gli aghi?

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Incantevoli Shih-tzu e Maltesi :: Guida al Forum :: Gestione Comportamentale :: Gestione Comportamentale-
Andare verso: